Almeno 13 scuole in Louisiana colpite da tentativi in ​​andamento preoccupante

Le scuole in tutto il paese sono state chiuse o evacuate in risposta a un’ondata di sparatorie falsamente segnalate e minacce di bombe, spesso indicate come “schiacciamento”.

Quando gli studenti tornano in classe, sono emerse segnalazioni di schiacciamento in dozzine di scuole in Louisiana, Minnesota, Colorado, Texas e altrove. In alcuni casi, le bufale hanno causato caos e shock a studenti, genitori ed educatori già minacciati dalla minaccia di sparatorie nelle scuole. Le autorità di vari stati affermano di avere informazioni su chi potrebbe minacciare.

L’FBI definisce “swatting” come fare una chiamata falsa al 911 con l’intento di suscitare una risposta dalle forze dell’ordine, in particolare una squadra SWAT. Gli autori di queste chiamate spesso utilizzano la tecnologia per dare l’impressione che la chiamata di emergenza provenga dalla casa della persona che è stata “schiacciata”.

I membri della squadra SWAT della polizia di Chicago circondano una casa nel quartiere di Humboldt Park il 27 luglio 2017 a Chicago, Illinois. Le scuole di tutto il paese hanno assistito a un’ondata di incidenti di schiacciamento mentre gli studenti tornavano a scuola.
Scott Olson/Getty Images

Le chiamate swatting a volte vengono fatte per scherzo e altre volte per vendetta, ma i risultati possono essere mortali.

Nella sola Louisiana, giovedì 15 scuole hanno ricevuto minacce di armi attive da un numero di telefono basato su Internet con un prefisso esterno allo stato, riferisce Vermiglio oggi. Una delle false minacce ha preso di mira la Abbeville High School, a sud-ovest di Lafayette, e ha messo la scuola in isolamento per due ore, ha riferito il quotidiano.

Il capo della polizia di Abbeville, Mike Hardy, ha detto al giornale che lui e gli agenti hanno perquisito ogni classe prima di apprendere che la chiamata potrebbe essere stata parte di uno scherzo che ha colpito le scuole di tutto il paese.

In Minnesota, almeno 14 scuole sono state prese di mira con false segnalazioni di tiratori attivi, riferisce KMSP-TV, affiliata di Minneapolis Fox. Le autorità che hanno indagato sulla chiamata hanno affermato giovedì che tutte le chiamate provenivano da un unico indirizzo IP e ritengono che dietro di esse ci sia una persona, riferisce la stazione.

“Anche se questa era una bufala, ed è così che viene riportato, ed eccoci qui in un altro giorno, il trauma che è stato sentito da quegli insegnanti e quegli studenti è molto reale”, ha detto il governatore del Minnesota Tim Walz, un ex educatore, durante un conferenza stampa giovedì, secondo Minnesota Public Radio.

Walz ha descritto come suo figlio di 15 anni ha ricevuto video in tempo reale da amici nascosti negli armadietti della Mankato West High School, la scuola dove insegnava il governatore.

Anche le scuole della Carolina del Nord e del Colorado hanno assistito a ondate di incidenti recenti, secondo i media locali.

Un conteggio degli affiliati Fox locali ha rilevato che più di 30 incidenti di schiacciamento si sono verificati nelle scuole a livello nazionale tra il 14 settembre e il 21 settembre, secondo KMSP-TV.

Jay Farlow, portavoce della National Association of School Resource Officers, ha affermato Settimana delle notizie in una e-mail che il gruppo non disponeva di numeri completi sulle false segnalazioni nelle scuole.

Farlow ha affermato che dall’incidente di frode del 13 settembre a Houston, le notizie indicano che ci sono stati incidenti simili in più di una dozzina di stati e nel Distretto di Columbia.

Martedì è scoppiato il caos fuori da una scuola di San Antonio dopo una falsa notizia di un tiratore attivo. La città si trova vicino a Uvalde, il luogo di una delle peggiori sparatorie a scuola nella storia degli Stati Uniti alla fine di maggio, e dove la polizia è stata criticata per il suo approccio eccessivamente cauto all’incidente mentre si svolgeva.

Mentre la Jefferson High School di San Antonio è stata bloccata, i genitori si sono scontrati con la polizia che cercava di entrare con la forza, secondo quanto riferito San Antonio Express-Notizie. Un uomo si è tagliato un braccio cercando di rompere una finestra per entrare nella scuola.

“Sono sicuramente arrivato qui velocemente. Ho lasciato il mio lavoro e sono arrivato velocemente”, ha detto al giornale Pete Vela, genitore di un figlio di 15 anni. “Alla fine, se c’era qualcuno, non biasimo i genitori per aver voluto entrare, soprattutto dopo quello che è successo a Uvalde”.

Amy Klinger, co-fondatrice di Educator’s School Safety Network, ha detto alla Settimana dell’istruzione che i falsi rapporti spesso accompagnano sparatorie di massa perché alcuni studenti vedono le minacce come un modo per attirare l’attenzione.

Ma ha detto al giornale che i ripetuti blocchi possono ridurre la preparazione del personale scolastico e degli studenti a una vera minaccia, ostacolando anche l’apprendimento.

“Hai molte reazioni rapide, ansia e messaggi che escono, persone che cercano di trovare i loro figli”, ha detto Klinger. “Sta succedendo molto più di quanto pensiamo e sta avendo un impatto molto più grande”.

Settimana delle notizie ha contattato l’FBI per un commento.

Leave a Comment