Oltre 80 luoghi di salute comportamentale colpiti da un accordo REIT da 14 miliardi di dollari

Un fondo di investimento immobiliare (REIT) che possiede più di 80 luoghi di salute comportamentale potrebbe essere privato di un accordo da 14 miliardi di dollari.

NEGOZIO Capital Corp. Scottsdale, con sede in Arizona (NYSE: STOR), ha annunciato di aver firmato un accordo per diventare privato con l’investitore istituzionale globale con sede a Singapore GIC e il braccio immobiliare di Oak, il gestore patrimoniale alternativo con sede a Chicago, Street of Blue Owl Capital.

NEGOZIO Capital Corp. possiede 3.012 proprietà in 49 stati e ha 579 clienti, al 30 giugno, secondo il suo conto economico del secondo trimestre depositato presso la Securities and Exchange Commission. STORE si concentra su immobili operativi single-tenant.

La società possedeva 89 sedi di salute comportamentale che rappresentavano circa il 3,2% del contratto di locazione di STORE Capital e un interesse base di $ 908 milioni, secondo una recente presentazione degli investitori.

Cinque anni fa, STORE Capital possedeva 36 proprietà che rappresentavano l’1,9% dell’affitto e degli interessi sottostanti della società.

STORE Capital si concentra su investimenti immobiliari in servizi come ristoranti, educazione della prima infanzia e centri benessere: il 64% del suo portafoglio; produzione – 21% del suo portafoglio; e, vendita al dettaglio di servizi speciali come venditori di toelettatura, forniture agricole e negozi di forniture per esterni – il 15% del suo portafoglio.

“Questa opportunità è un’approvazione, da parte di due importanti investitori immobiliari con un significativo accesso al capitale, della forza della nostra piattaforma, del nostro team di gestione esperto e del nostro approccio di investimento disciplinato”, ha affermato Mary Fedewa, Presidente e CEO di STORE Capital. comunicato stampa.

L’accordo dovrebbe concludersi nel primo trimestre del 2023, secondo l’annuncio.

Sebbene rappresentino una piccola parte del portafoglio di capitale di STORE, i REIT come STORE rappresentano potenziali partner interessanti per il settore della salute comportamentale mentre cresce e continua a maturare come settore. Indica anche il grado di capitale privato a disposizione degli investitori.

“C’è molto capitale e rialzo che cercano di acquistare società come questa che sono pubbliche e prenderle private”, ha detto in un’intervista Andrew Dick, un avvocato sanitario e azionista dell’ufficio di Indianapolis dello studio legale Hall Render.

Un rapporto di Pitchbook stima che il mercato globale del private equity detenga circa 3,2 trilioni di dollari in polvere secca o potenziali asset investibili; 1,24 trilioni di dollari di quello erano detenuti da società di private equity alla fine del secondo trimestre.

Specifico del private equity, una quota maggiore di capitale nel secondo trimestre del 2022 era in grandi fondi superiori a $ 1 miliardo, afferma il rapporto.

“Un’implicazione di ciò è che gli investitori di PE cercheranno grandi obiettivi per mettere quei soldi al lavoro”, afferma il rapporto. “È probabile che questo li porti sui mercati pubblici alla ricerca di candidati attraenti per il privato, soprattutto perché i prezzi sono scesi dal mercato ribassista”.

REIT suscita interesse per la salute comportamentale

I REIT sono una potenziale fonte di nuovo capitale e opportunità di sviluppo per il settore della salute comportamentale. Diversi REIT con grandi investimenti nei segmenti degli anziani e dell’assistenza infermieristica qualificata hanno mostrato interesse per questo settore.

CEO di CareTrust REIT Inc. (Nasdaq: CTRE) Dave Sedgwick ha affermato durante la conferenza sugli utili del primo trimestre della società che la salute comportamentale rappresenta un uso potenzialmente migliore per gli asset sottoperformanti.

Sabra Health Care REIT Inc. (Nasdaq: SBRA) ha raggiunto un accordo con l’operatore di disturbi da uso di sostanze Landmark Recovery nel 2019 e Recovery Centers of America nel 2021.

La salute comportamentale è una nicchia sempre più attraente per gli investimenti immobiliari commerciali nel settore sanitario e delle scienze della vita. Circa il 38% degli intervistati a un sondaggio dei servizi di sviluppo immobiliare commerciale con sede a Dallas e della società di investimento CBRE Group Inc. (NYSE: CBRE) ha scoperto che le strutture per la salute comportamentale soddisfano i criteri di investimento del 2022.

“Questo dimostra che i proprietari di strutture sanitarie stanno cercando, in alcuni casi, partner azionari per eliminare il rischio immobiliare”, ha affermato Dick. “Quindi vanno a società come STORE Capital.”

Leave a Comment