Secondo i registri, altri due bambini sono stati costretti a viaggiare dall’Ohio per abortire dopo essere stati violentati

Almeno altri due minori sono stati costretti a viaggiare fuori dallo stato per interrompere le gravidanze a seguito degli stupri, secondo le dichiarazioni del personale medico intentato in una causa in corso contro il procuratore generale dell’Ohio.

Conti, originariamente segnalati da Ohio Capital-Journal, sono emerse più di tre mesi dopo che il caso di una vittima di violenza sessuale dell’Ohio di 10 anni ha fatto notizia a livello nazionale quando è stato rivelato che doveva recarsi in Indiana per abortire. di La stella di Indianapolis ha riferito che la ragazza era incinta di sei settimane e tre giorni e non poteva abortire a causa della legge statale sul battito cardiaco, che impedisce al personale medico di eseguire la procedura se viene rilevato un battito cardiaco.

La legge è stata firmata nel 2019 dal procuratore generale dell’Ohio Dave Yost, ma non è entrata in vigore fino a quando la storica Roe v Wade non è stata ribaltata dalla Corte Suprema a luglio. Ora, i funzionari medici hanno dimostrato in atti giudiziari gli effetti disastrosi dell’Heartbeat Act sulle donne in cerca di aborto, in particolare per almeno altri due minori che sono stati aggrediti sessualmente e hanno dovuto viaggiare fuori dallo stato per interrompere la loro gravidanza.

I medici hanno anche citato casi in cui donne a cui è stato negato l’aborto hanno successivamente tentato il suicidio. In alcuni casi, anche i malati di cancro a cui è stato negato il trattamento a causa della loro gravidanza non sono stati in grado di abortire, afferma la dichiarazione.

Sebbene l’Heartbeat Act consenta agli operatori sanitari di eseguire aborti in situazioni di emergenza medica e quando la vita della madre è a rischio, le eccezioni non sono completamente spiegate e possono portare a condanne penali e revoche di licenze, lasciando spesso il personale bloccato in un dilemma .

Le dichiarazioni sono state depositate nel caso in corso tra Preterm Reproductive Health Clinic-Cleveland e il procuratore generale.

Secondo Ohio Capital-JournalSecondo il rapporto, più di 600 appuntamenti per l’aborto sono stati cancellati a seguito del ribaltamento di Roe v Wade.

“Abbiamo avuto almeno tre pazienti minacciati di suicidio. Un’altra paziente ha detto che avrebbe cercato di interrompere la gravidanza bevendo candeggina”, ha dichiarato Sharon Liner, direttore medico di Planned Parenthood Southwest Ohio. Ohio Capital-Journal segnalato.

“Un altro ha chiesto quanta vitamina C avrebbe dovuto assumere per interrompere una gravidanza”.

In un caso, un minore si è recato nel Michigan per ricevere cure per l’aborto, che “è ulteriormente aggravato [her trauma] dover aspettare più di tre settimane per la sua nomina.

I manifestanti si riuniscono alla Ohio State House a Columbus, Ohio, a sostegno dei diritti all’aborto (2022 Barbara J. Perenic/The Columbus Dispatch/USA Today Network)

“In ogni fase di questo processo, ha sentito la completa negazione dell’autonomia e della sicurezza del corpo, qualcosa che tutte le persone, in particolare i bambini, dovrebbero avere inequivocabilmente in ogni momento”, ha affermato la dichiarazione giurata di Adarsh ​​E Krishen, chief medical officer di Planned Genitorialità del Superiore. Ohio, secondo Ohio Capital-Journal rapporto.

Un responsabile delle operazioni presso un centro di salute delle donne a Dayton ha anche presentato una dichiarazione giurata in cui affermava che una sedicenne doveva recarsi a Indianapolis, nell’Indiana, per abortire dopo essere stata violentata da un membro della famiglia.

“Sono preoccupato che il divieto dell’Ohio e la necessità di percorrere distanze sempre maggiori per ottenere cure per l’aborto non solo causino danni inimmaginabili a queste giovani vittime, ma possano anche ostacolare la capacità delle forze dell’ordine di indagare e perseguire questi casi in futuro”, ha scritto Aeran Trick . nella sua dichiarazione giurata.

L’Heartbeat Act è stato temporaneamente sospeso per la seconda volta da un giudice distrettuale: questa volta il provvedimento durerà fino a metà ottobre e saranno consentiti aborti prima delle 20 settimane.

Leave a Comment