Una nota su affari, clima e azione della Casa Bianca mentre le Nazioni Unite si riuniscono a New York – Food Tank

Questa lettera è apparsa nella newsletter di Food Tank, pubblicata settimanalmente il giovedì. Per assicurarti che arrivi direttamente alla tua casella di posta ed essere tra i primi a riceverlo, iscriviti ora cliccando qui.

Saluti da New York!

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite si riunirà qui questa settimana in concomitanza con la Settimana del clima. Persone da tutto il pianeta si stanno riunendo – responsabili politici, attivisti, organizzazioni senza scopo di lucro e molti altri – per approfondire ciò che dobbiamo fare per risolvere la crisi climatica.

Ho avuto l’opportunità di ospitare un’interessante cena organizzata da Wholechain, fondata dagli amici di Food Tank Mark Kaplan e Jason Berryhill. Sono straordinari imprenditori sociali che lavorano per rendere i nostri sistemi agroalimentari più trasparenti e, a loro volta, più tracciabili. Abbiamo bisogno che le aziende si facciano avanti e queste persone fanno parte di questo. Ho avuto la possibilità di parlare con persone di aziende come Akua Kelp, che produce deliziosi hamburger di alghe, Grain4Grain, che crea farina riciclata dal grano esaurito, e molti altri che stanno realizzando prodotti che sono sia ambientali che sostenibili per la società.

Il settore privato non può parteciparvi solo a scopo di lucro. Tante piccole e medie imprese stanno aprendo la strada su questi temi: dal giorno del lancio, iniziano con dichiarazioni di missione che mettono in primo piano l’ambiente e la giustizia sociale. E poi ci sono le grandi aziende, le grandi multinazionali, che stanno cercando di mettersi al passo con queste piccole aziende prendendo impegni.

Ma ecco a cosa dobbiamo stare attenti: spero che quando le grandi aziende adotteranno questi impegni, non stiano solo facendo il greenwashing, o il greenwashing, dicendo: “Spero che questi impegni che stiamo prendendo entro il 2050 diventino realtà! “

Sarà troppo tardi nel 2050! Non possiamo semplicemente desiderare un mondo più verde tra 30 anni: abbiamo bisogno di impegni su cui i responsabili politici, le aziende e molti di noi possano agire ora. Dobbiamo rendere questi impegni più urgenti e reali, sia che si tratti di promuovere soia o carne bovina senza deforestazione, sia che si tratti di utilizzare ingredienti riciclati dalla produzione alimentare. Dobbiamo iniziare a pensare a questo come alla norma, non all’eccezione.

Il potere dell’azione urgente è ciò che ho avuto la fortuna di discutere con l’attivista e star di “Orange Is The New Black” Alysia Reiner nel podcast Food Talk questa settimana. È una potente sostenitrice delle arti, della riduzione dei rifiuti alimentari e di plastica nei film e in televisione, dell’uso dell’amore, non della paura, per ispirare l’azione e altro ancora. Spero davvero che ascolterai la nostra conversazione cliccando qui.

La prossima settimana sarò a Washington, DC, per la Conferenza della Casa Bianca su fame, nutrizione e salute. L’ultima volta che la Casa Bianca ha tenuto questo tipo di conferenza è stata nel 1969, quindi è attesa da tempo. E a quanto ho capito, l’amministrazione annuncerà una strategia nazionale che identifichi passi per catalizzare i settori pubblico e privato per affrontare i legami tra cibo e fame, nutrizione e salute. Quindi rimanete sintonizzati: avrò altro da dire la prossima settimana su ciò che sentiremo e vedremo alla conferenza.

Spero davvero che la conferenza sia diversificata, che ci sia un’ampia gamma di punti di vista e opinioni. E che non sono solo accademici e avvocati, ma persone con esperienza vissuta che fanno questo lavoro di base da così tanto tempo e sanno davvero cosa vogliono e hanno bisogno le comunità. E spero sinceramente che l’amministrazione li ascolti per costruire una migliore strategia nazionale.

Che tipo di argomenti vorresti vedere discussi al briefing della Casa Bianca? Quali voci speri di sentire? Saremo presenti a nome di tutte le petroliere come te in tutto il mondo, quindi per favore chatta con me all’indirizzo [email protected] e fammi sapere come posso essere i tuoi occhi e le tue orecchie a terra a Washington

Articoli come quello che hai appena letto sono possibili grazie alla generosità dei membri di Food Tank. Possiamo contare su di te per far parte del nostro movimento in crescita? Diventa un membro oggi cliccando qui.

Foto per gentile concessione di Patrick Tomasso, Unsplash

Leave a Comment