Uno stile di vita sano può aiutare gli ex fumatori a ridurre il rischio di morire per tutte le cause

Avviso di notizie

Giovedì 22 settembre 2022

Secondo un nuovo studio condotto da ricercatori del National Cancer Institute (NCI), parte del National Cancer Institute, gli ex fumatori che mantengono uno stile di vita sano hanno un rischio di morte inferiore per tutte le cause rispetto a coloro che non hanno abitudini sane. Salute. È stato osservato un ridotto rischio di morte per cause specifiche, tra cui cancro e malattie cardiache e polmonari. Gli interventi sullo stile di vita non sono stati rigorosamente studiati negli ex fumatori e queste nuove scoperte potrebbero avere importanti implicazioni per i 52 milioni di ex fumatori negli Stati Uniti.

Il mantenimento di uno stile di vita sano, definito come attività come essere fisicamente attivi e seguire una dieta sana, è stato associato a un rischio di morte ridotto del 27% nel periodo di follow-up di 19 anni, rispetto al mancato mantenimento di uno stile di vita sano.

I risultati, apparsi il 22 settembre 2022, in Rete JAMA apertaprovengono da un’analisi di un’ampia coorte di ex fumatori che hanno partecipato al NIH-AARP Diet and Health Study.

“Sono stato sorpreso di vedere le potenti associazioni [with lifestyle]”, ha affermato Maki Inoue-Choi, Ph.D., della Divisione di Epidemiologia e Genetica del Cancro dell’NCI, autore principale dell’articolo. “Gli ex fumatori che hanno aderito alle raccomandazioni basate sull’evidenza per il peso corporeo, la dieta, l’attività fisica e l’assunzione di alcol avevano un rischio di mortalità inferiore rispetto agli ex fumatori che non hanno aderito a queste raccomandazioni”.

Smettere di fumare è noto per avere molti benefici per la salute, ma gli ex fumatori hanno ancora un rischio maggiore di malattie e morte prematura rispetto alle persone che non hanno mai fumato.

Studi precedenti hanno suggerito che le persone che seguono raccomandazioni su uno stile di vita sano, come mantenere un peso corporeo sano, essere fisicamente attive, seguire una dieta sana e limitare il consumo di alcol, possono avere un rischio inferiore di malattie e morte. Tuttavia, pochi studi hanno esaminato i vantaggi di tale adesione tra gli ex fumatori.

L’analisi corrente ha incluso 159.937 ex fumatori che hanno completato questionari su stile di vita, dati demografici e altre informazioni relative alla salute tra il 1995 e il 1996 quando si sono uniti al NIH-AARP Diet and Health Study. I partecipanti, la cui età media all’ingresso nello studio era di 62,6 anni, sono stati seguiti per circa 19 anni. Durante il periodo di follow-up, durato fino al 2019, sono morti 86.127 partecipanti. Le informazioni sulla morte, inclusa la causa della morte, provenivano dal National Death Index.

Per ogni partecipante, i ricercatori hanno calcolato un punteggio di aderenza complessivo che variava da nessuna aderenza alla piena aderenza. Il punteggio di aderenza totale includeva i punteggi individuali per l’indice di massa corporea, sulla base delle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità; sulla qualità della dieta, sulla base delle Linee guida dietetiche per gli americani, 2010-2015; per l’attività fisica, sulla base della seconda edizione delle Physical Activity Guidelines for Americans; e per il consumo di alcol, sulla base delle Linee guida dietetiche per gli americani, 2020-2025.

Gli ex fumatori che avevano i punteggi di aderenza più alti avevano un rischio inferiore del 27% di morire per qualsiasi causa rispetto a quelli con i punteggi più bassi. Inoltre, i partecipanti con i punteggi più alti hanno avuto una riduzione del 24% del rischio di morte per cancro, una riduzione del 28% del rischio di morte per malattie cardiovascolari e una riduzione del 30% del rischio di morte per malattie respiratorie. Le riduzioni del rischio di morte sono state osservate indipendentemente dallo stato di salute, da altre condizioni di salute, dal numero di sigarette fumate dai partecipanti al giorno, dagli anni da quando hanno smesso di fumare e dall’età in cui hanno iniziato a fumare.

I ricercatori hanno anche valutato il vantaggio di seguire le raccomandazioni sullo stile di vita individuale. In ogni caso, le persone con il punteggio più alto avevano un rischio di morte inferiore rispetto a quelle con il punteggio più basso: 17% in meno per l’attività fisica, 14% in meno per il peso corporeo, 9% in meno per la qualità della vita della dieta e 4% in meno per l’alcol assunzione. .

“Per ottenere il massimo beneficio, è meglio attenersi a molte raccomandazioni sullo stile di vita”, ha osservato il dott. Inoue-Choi. “Ma anche coloro che hanno adottato una sola raccomandazione sullo stile di vita hanno sperimentato benefici”.

I ricercatori hanno avvertito che gli studi basati su dati auto-riferiti possono solo mostrare associazioni, non stabilire causa ed effetto. Sebbene i ricercatori abbiano controllato molti fattori che avrebbero potuto confondere le associazioni, hanno affermato di non poter escludere la possibilità che altri fattori possano aver influenzato le associazioni osservate.

I ricercatori hanno anche notato che sono necessari ulteriori studi per esplorare le associazioni tra l’aderenza alle raccomandazioni sullo stile di vita e il rischio di morte tra gli ex fumatori in popolazioni più diversificate.

“Lo studio NIH-AARP è una popolazione prevalentemente bianca con uno status socioeconomico relativamente alto”, ha affermato il dott. Inoue-Choi. “Queste domande di ricerca dovrebbero essere estese ad altre popolazioni”.

cerchio Istituto Nazionale del Cancro (NCI): NCI guida il National Cancer Program e gli sforzi dei NIH per ridurre drasticamente la prevalenza del cancro e migliorare la vita delle persone affette da cancro. NCI sostiene un’ampia gamma di ricerca sul cancro e formazione extramurale attraverso sovvenzioni e contratti. Il programma di ricerca intramurale di NCI conduce ricerche innovative, transdisciplinari di base, traslazionali, cliniche ed epidemiologiche sulle cause del cancro, sui percorsi di prevenzione, previsione del rischio, diagnosi precoce e trattamento, inclusa la ricerca presso il NIH Clinical Center, il più grande ospedale di ricerca del mondo. Scopri di più sulla ricerca intramurale dell’NCI dal Center for Cancer Research e dalla Division of Cancer Epidemiology and Genetics. Per ulteriori informazioni sul cancro, visitare il sito Web dell’NCI all’indirizzo cancer.gov o chiamare il Contact Center dell’NCI al numero 1-800-4-CANCER (1-800-422-6237).

Informazioni sul National Institutes of Health (NIH):NIH, l’agenzia nazionale di ricerca medica, comprende 27 istituti e centri ed è un componente del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. NIH è l’agenzia federale principale che conduce e supporta la ricerca medica di base, clinica e traslazionale e sta studiando le cause, i trattamenti e le cure per le malattie comuni e rare. Per ulteriori informazioni su NIH ei suoi programmi, visitare www.nih.gov.

NIH… Trasformare la scoperta in salute®

###

Leave a Comment